5 Game Maker Clichè da Evitare

GameMaker è un fantastico strumento e consente a coloro con idee creative che non hanno molte competenze tecniche di produrre i loro giochi.

Ma dopo molti anni, abbiamo visto molta miscela di giochi fatti in casa, ed è il tempo che alcuni caratteristici clichè e difetti di design sconsiderati vengano messi via una volta e per sempre.

Box & Cerchi Non Rendono Buoni Personaggi

Creare un’animazione è apparentemente troppo per alcune persone. Si finisce per vedere una quantità infinita di giochi che sostituiscono personaggi di design legittimi con box colorati abbaglianti e palle rotanti.

Certo, all’inizio era carino controllare un cubo con occhi. Ma questo non è il 1992; dopo anni di pigro sviluppo di personaggi, i colpevoli di questo possono sicuramente provare più difficilmente qualche reale lavoro grafico. Certo, se una sfera o box è parte legittima del tuo game design, vai per questo. Solo sii avvisato, è facile dire quando una caratteristica viene considerata, e quando viene scordata.

Risorse Predefinite

Una schermata di caricamento e icone predefinite sono davvero scoraggianti. Sono stati disegnati come placeholders che possono in seguito essere cambiati, e nient’altro.

Per quanto noi tutti amiamo il programma, hai fallito il tuo lavoro come designer se non hai solidamente mascherato che il tuo gioco è fatto in GameMaker. E’ un altro caso di pigrizia grafica. Sviluppare un’icona prende minuti con uno strumento gratuito come GIMP. E la barra di caricamento predefinita può essere tolta se non sei davvero seccato di farne una personalizzata. Lo stesso vale per i box di dialogo predefiniti di Game Maker – non usarli a meno che non vuoi dire al mondo che sei incapace di creare finestre pop-up personalizzate.

Assicurati di non usare le immagini predefinite. Stanno lì per la sperimentazione iniziale con GameMaker. Nessun progetto che vale la pena considerare è stato mai realizzato con immagini e sfondi predefiniti.

Modalità in Finestra

C’è un tempo e un luogo per usare lo schermo intero, e non è utilizzato quanto dovrebbe. E’ facile lavorare con esso, e dipendendo dal tipo di gioco che stai creando potrebbe essere la miglior opzione per te. Ma nel mondo di GameMaker ci sono molti giochi, specialmente 3D, che perdono l’opportunità di andare a pieno schermo. Prende solo alcune linee di codice regolare le dimensioni della room o delle views per qualsiasi risoluzione, e sistemare elementi GUI per metterli correttamente su qualsiasi schermo è una questione di semplice posizionamento di X e Y.

Abbraccia lo schermo intero. Permetterà al tuo gioco di apparire più professionale, e l’utente finale apprezzerà un’esperienza più coinvolgente (è difficile rimanere dentro al gioco in modalità finestra, essendo costantemente ricordato che stai guardando uno schermo del computer.)

Pseudo-società

C’è una strana ossessione di creare società di gioco nella community di GameMaker. I nuovi utenti  sono spesso colpevoli di questo più di chiunque altro. Non ti serve creare un logo, o un nome d’affari, o assemblare un team di persone che mai adopererai (chiedi aiuto solo quando ne hai bisogno, le richieste al team dovrebbero essere usate con parsimonia). Non creare uno scadente sito per una società di giochi non registrata e non esistente. Non mettere odiosi marchi registrati sul tuo software. Se vuoi un’identità associata con il tuo lavoro, usa il tuo nome utente o il tuo nome reale. E che ne dici del collegamento ad un canale YouTube dove puoi postare video del tuo gioco quando è uscito ?

In poche parole, schermate d’avvio e finti nomi di società non ti renderanno credibile. Dato che molte persone abbandonano i loro progetti e team di GameMaker, è meglio evitare qualsiasi dettaglio di business per dopo – e solo se pianifichi di attenerti ad esso e produrre altro software. E se vuoi proteggere il tuo lavoro legalmente e liberamente, il copyright può essere instantaneamente essere applicato al tuo lavoro. Puoi anche usare una licenza gratuita Creative Commons, se il tuo gioco è gratuito o open-source. Come per i marchi registrati, non ti servono.

Storie Corte

Come sviluppatori indie, dobbiamo fare tutto il lavoro noi stessi. Suono, grafica, programmazione, design e qualsiasi cosa compresa. E tutti noi cerchiamo di finire il nostro gioco e farlo uscire per farlo vedere al pubblico. Purtroppo l’unica area che spesso soffre di questo è la trama del gioco. E’ tipico per un progetto GameMaker di caratterizzare un’insoddisfacente, piccola quantità di livelli, o addirittura avere una storia incompleta. Non importa quanto sia buona qualsiasi altra cosa nel gioco se la durata del gioco è di soli 10 minuti.

E’ difficile ottenere persone che scaricano e giocano al tuo gioco, e tu hai una sola chance di fare una buona impressione. Pensi che torneranno a giocare l’aggiornamento dopo che hai finito la storia un mese dopo ? Si, continua a sognare.

Il lato opposto di questo è avere una storia che fa’ schifo; questo non è di solito un problema dei giochi GameMaker, ma vale la pena dare un avvertimento comunque.

Non cadere nel mondo deprimente e affollato della creazione di flop GameMaker a buon mercato. Strumenti come  GameMaker rendono facile fare un cattivo lavoro. Ci vuole un buon lavoro per raggiungere un pubblico di giocatori. E’ facile tagliare i contorni; non è facile creare un gioco decente nel mondo iper-saturo del mondo indie.

 

[FONTE: GameMakerBlog]

Precedente YoYo Games annuncia GameMaker: Player